Home Blog

La Cina i dazi e la crescita economica

0

La Cina rallenta. Nel secondo trimestre l’economia è cresciuta del 6,2% su base annua, secondo i dati resi noti lo scorso lunedì da Pechino. Valori in linea con le previsioni del Fmi. È la crescita più contenuta dal 1992, da quando i dati dei singoli trimestri vengono elaborati. Oggi, sul banco degli imputati troviamo i dazi imposti da Trump. L’accusa è di essere i soli responsabili della situazione.

L’intervento degli Stati Uniti in Siria e il confronto con la Russia per il nuovo ordine internazionale

0
Khan-Shaykhun-stati-uniti-bombardamento-Siria

“Ha attraversato diverse linee per me”. Dopo le forti critiche alla politica delle “linee rosse” di Obama, il commento di Trump al presunto bombardamento chimico Khan Shaykhun, ad opera dell’esercito siriano, suona da subito come un cambio di strategia.

I Capi di Stato Europei a Parigi e l’Illusione di un Nuovo Corso

0

“Il mondo è diventato troppo complicato per essere tenuto in ordine”. Questo è l’incipit di un intervento di Gustavo Zagrebelsky dalle colonne di “Repubblica”, il giorno dopo la grande manifestazione di Parigi. Un punto di partenza chiaro ed efficace.

L’Attentato a “Charlie Hebdo”, il jihadismo europeo e la nostra sicurezza nel contesto internazionale

0
charlie_hendo_paris_french_jihadism

Il grave attentato alla redazione del giornale “Charlie Hebdo” ha dato luogo non solo a numerosi interrogativi su quanto è accaduto, ma ha anche posto notevoli domande sulla reale pericolosità del fenomeno jihadista in Europa. E’ utile valutare questi aspetti alla luce di quanto accaduto in passato e analizzando la recente storia del contrasto al terrorismo islamico in Europa.

“Charlie Hebdo”, l’intelligence e l’ultimo massacro di una lunga serie

0
charlie_hebdo_gendarmerie

Parigi, Gennaio 2015: dodici morti. Bruxelles, 24 Maggio 2014: quattro morti. Tolosa, 11 marzo 2012: un morto. Montauban, 15 marzo 2012: due morti. Tolosa, scuola ebraica, 19 marzo 2012: quattro morti.

La Crisi Irachena e l’Avanzata dell’ISIS

0
Crisi irachena avanzata Isis

Quando analisti ed esperti si riuniscono per discutere il ruolo della distribuzione della forza militare nell’area mediorientale, fra valutazione di sistemi d’arma, capacità di offesa e deterrenza, può accadere che a qualcuno sorga un dubbio: “Ma, nel caso di una crisi, sono disposti a combattere?”

Alcune considerazioni sulle diverse versioni del disastro aereo del volo MH17

0
Boeing_777-_Malaysian_Alan-Wilson

A breve tempo dal ritrovamento delle scatole nere, non manomesse, come comunicato dagli esperti olandesi, si sono diffuse voci che confermerebbero l’abbattimento dell’aeromobile da parte di un missile.

La Defenestrazione Eccellente del Principe Bandar

0
White_House_Photo_Bandar_Bush

Disegnate una linea. Breve, molto breve. Su di essa disponete, in ordine, quattro elementi: l’Arabia Saudita, il suo Ministro della Difesa, l’Ambasciatore saudita a Washington e gli Stati Uniti.

Nella crisi ucraina Putin entra sconfitto, ma da sconfitto non vorrà uscirne

0
Puntin_Russian_Ukrainian_Interstate Commission_kremlin

I balaclava coprono i volti dei giovani soldati russi d’istanza in Crimea. Soldati che in queste ore ultimano l’occupazione dei centri nevralgici della penisola, aiutati da alcuni “volontari” locali. Ironia della sorte, i copricapi che nascondono i loro volti portano il nome dalla città di Balaklava , oggi parte della municipalità di Sebastopoli. Teatro in passato di un’importante battaglia della guerra di Crimea.

Il Programma Nucleare Iraniano, la Possibile Proliferazione Regionale e le Strategie di Contenimento

0
iran_arak

Come abbiamo constatato nell’analisi della scorsa settimana, l’Iran odierno si pone come attore chiave all’interno di un’area mondiale di significativa importanza, estesa dal Mar Mediterraneo fino alla Cina, dal Golfo Persico alle zone del Caucaso e del Caspio.